25/08/2017 4.00

Presentato il Challenger 2017: a Cecchinato la testa di serie numero 1

COMO, 25 agosto 2017. Marco Cecchinato (finalista del 2016) sarà la testa di serie numero 1, Jerzy Janowicz (polacco ex numero 14 dell’Atp) sarà invece il numero due del tabellone. Poi Filip Krajinovic (serbo) e via via fino a Tommy Robredo (spagnolo già numero 5 al mondo) e Paul Henri Mathieu (francese, ex numero 12).

E’ stata presentata questa mattina a Villa Olmo, nella splendida cornice del Tennis Como a due passi dal lago, la 12esima edizione del torneo Challenger Atp “Città di Como”.

I nomi definitivi degli iscritti a qualificazioni e tabellone principale si sapranno solo nelle prossime ore, ma il “taglio” del main draw sarà comunque di poco sopra la 200esima posizione al mondo, a dimostrazione di un livello molto alto.

Le wild card assegnate dalla Federazione per il tabellone principale sono andate a Matteo Donati e Lorenzo Sonego mentre l’ultima deve ancora essere comunicata. Il quarto invito è per Alessandro Coppini, vincitore del Master del Circuito di Prequalificazione in finale su Andrea Zanetti (6-4 6-3).

Alla conferenza stampa erano presenti l’assessore allo sport del Comune di Como, Marco Galli, il consigliere regionale della Fit Walter Schmidinger, il presidente del comitato organizzatore Giulio Pini, gli sponsor dei tabelloni di singolare e doppio Intesa Sanpaolo e Bianchi Group, e il direttore del torneo Paolo Carobbio. A fare gli onori di casa il presidente del club Chiara Sioli, che ha ricordato come il Challenger Atp di Como sia “una delle poche manifestazioni internazionali della provincia lariana”.

Da quest’anno nasce anche una collaborazione con un’altra società storica della città, la Canottieri Lario, che metterà a disposizione dei giocatori la propria palestra.

“Porto i saluti del sindaco Mario Landriscina e dell’assessore al turismo Simona Rossotti – ha detto l’assessore Galli – Faremo di tutto anche nei prossimi anni per aiutare questa manifestazione. Il tennis è uno sport bello, e qui a Como si gioca anche in un ambiente unico in Italia. Sport e turismo è fondamentale che collaborino. Ora vi auguro di essere aiutati dal meteo, ma non dovrebbero esserci problemi”.

I presidente Pini ha invece ricordato l’aiuto fondamentale dei soci e degli sponsor per la “buona riuscita di una manifestazione che promuove tutta la città”. Il consigliere Fit Schmidinger ha ricordato i tanti giocatori

che in passato sono venuti a Como prima di esplodere (Dominic Thiem, Pablo Carreno Busta, Alexandr Dolgopolov, Benoit Paire eccetera), mentre il direttore del torneo – pur rimanendo molto prudente – ha preannunciato che l’edizione 2017 sarà quella di “più alto livello medio mai vista al Challenger di Como”. Le qualificazioni scatteranno domani mattina alle 10, mentre il tabellone principale verrà compilato domani nel primo pomeriggio.

Il biglietto d’ingresso costerà 5 euro e sarà valido per tutta la giornata. Semifinali e finali a 10 euro. Saranno 60 i ragazzi impegnati come ball boys, 2300 le palline che verranno utilizzate e 70 i giocatori Pro che arriveranno sul Lario tra singolare, quali e doppio. Tre i bancali di acqua che rinfrescheranno i protagonisti dell’evento.

L’intero evento sarà trasmesso in diretta streaming (due campi su tre, il Centrale e il Campo 1) sul sito del torneo all’indirizzo www.challengercomo.com. Durante le giornate del “Città di Como” sarà in vendita materiale del circuito Challenger Atp.

ALBO D’ORO CHALLENGER “Città di Como”

2006 Simone Bolelli; 2007 Maximo Gonzalez; 2008 Diego Junqueira; 2009 Oleksandr Dolgopolov; 2010 Robin Haase; 2011 Pablo Carreno-Busta; 2012 Andreas Haider-Maurer; 2013 Pablo Carreno Busta; 2014 Viktor Troicki; 2015 Andrey Kuznetsov; 2016 Kenny De Schepper.