COMO, 29 agosto 2019. Cade il campione uscente Salvatore Caruso, battuto dal tedesco con passaporto britannico Jan Choinski (7-6 6-2). Non cade – anzi, si candida ad un ruolo da protagonista – l’altro campione del Challenger “Città di Como” edizione 2017, il portoghese Pedro Sousa, che passa due turni in un giorno accedendo ai quarti di finale. Attenzione anche allo slovacco Andrej Martin, fresco finalista a L’Aquila e fino ad oggi autoritario anche sui campi in terra rossa di Villa Olmo. L’Italia, perso Caruso, si affida a due teste di serie – la numero 1 e la numero 8 – per cercare di tenere nella Penisola il trofeo lariano. Stiamo parlando di Stefano Travaglia, marchigiano, e del ligure Alessandro Giannessi. Anche loro hanno ottenuto il pass per i quarti di finale del Challenger di Como.

Giannessi, dopo qualche problema nel secondo turno, oggi ha dominato nel match contro Sebastian Ofner, controllando la partita dalla prima all’ultima partita chiudendo per 6-4 6-2. Domani sfiderà – per un posto in semi – Dmitry Popko, kazako, che nel doppio turno odierno ha piegato prima Thomaz Bellucci (6-3 6-3) poi il giustiziere di Caruso, Choinski, in rimonta per 2-6 6-2 6-1. Travaglia invece, in serata, ha tenuto in campo per altre 2 ore e 50 minuti, dopo le 2 ore e 40 con Lorenzo Musetti all’esordio. Non si può certo dire che il marchigiano stia lesinando fatica e sudore. Del resto la sua storia sportiva insegna che è uno che a mollare non ci pensa per niente. Ed anche questa sera l’ha dimostrato, vincendo con due tie break per 7-6 (2) 5-7 7-6 (2) e soprattutto rimontando un break nella partita finale a Viktor Galovic, cosa non semplice contro il servizio del croato. Ora la testa di serie numero 1 se la vedrà con la rivelazione del torneo, l’olandese Jelle Sels.

Da segnalare, nel tabellone di doppio, anche una bella notizie per gli appassionati di tennis di casa. La coppia composta dai cugini canturini Andrea e Federico Arnaboldi, il primo da anni tra i Pro, il secondo 19enne appena all’inizio della propria carriera, ha raggiunto i quarti di finale battendo con autorità, con il punteggio di 6-4 6-4, il tandem slavo composto dal croato Ante Pavic e dallo sloveno Blaz Rola. Ora però, di fronte – match di apertura di domani sul Centrale alle ore 12 – avranno la coppia testa di serie numero 1, quella composta da Antonio Sancic (Croazia) e Tristan-Samuel Weissborn (Austria).

A seguire poi i quarti di singolare con Facundo Mena (Argentina)-Pedro Sousa (Portogallo), Alessandro Giannessi (Italia)-Dmitry Popko (Kazakistan), l’altra rivelazione Daniel Altmaier (Germania) contro Andrej Martin (Slovacchia) per chiudere, non prima delle 18, con Stefano Travaglia (Italia) contro Jelle Sels (Olanda).

RISULTATI DI OGGI

Terzo Turno: Stefano Travaglia (Ita) b. Viktor Galovic (Cro) 7-6 (2) 5-7 7-6 (2), Daniel Altmaier (Ger) b. Blaz Rola (Slo) 3-6 6-3 6-4, Facundo Mena (Arg) b. Facundo Bagnis (Arg) 3-6 6-3 6-1, Jelle Sels (Ned) b. Sadio Doumbia (Fra) 6-1 7-6 (4), Andrej Martin (Svk) b. Christopher O’Connell (Aus) 6-2 6-2, Pedro Sousa (Por) b. Alejandro Tabilo (Chi) 6-7 (5) 6-4 6-0, Alessandro Giannessi (Ita) b. Sebastian Ofner (Aut) 6-4 6-2, Dmitry Popko (Kaz) b. Jan Choinski (Gbr) 2-6 6-2 6-1.

Secondo turno: Pedro Sousa (Por) b. Fabien Reboul (Fra) 6-2 6-2, Alejandro Tabilo (Chi) b. Alex Molcan (Svk) 6-4 7-6 (6), Dmitry Popko (Kaz) b. Thomaz Bellucci (Bra) 6-3 6-3, Jan Choinski (Gbr) b. Salvatore Caruso (Ita) 7-6 (2) 6-2. 

Condividi questo post su: